La posizione e il futuro di Marko Pjaca alla Fiorentina è sempre più in bilico. Il Genoa lo ha chiesto ufficialmente e ripetutamente alla Juventus, il croato è ritenuto un elemento importante da Preziosi per ripartire dopo la cessione di Piatek al Milan. Fino a qualche giorno fa la volontà del giocatore, espressa attraverso il proprio procuratore, era stata chiara: il desiderio era quello di finire la stagione alla Fiorentina, per riabilitarsi dopo un girone di andata sottotono, per ripagare la fiducia della società e dei tifosi che lo avevano accolto in estate nella speranza di vedere le giocate per cui era diventato un calciatore ambito. L’inizio di gennaio per Pjaca è stato pessimo: zero minuti tra Torino e Sampdoria, e la sensazione di essere diventato la riserva della prima riserva (Mirallas).

La volontà della Juve è quella di dare il giocatore al Genoa alle stesse condizioni attuali della Fiorentina: prestito con diritto di riscatto per i rossoblu e controriscatto bianconere, il tutto per deprezzare ulteriormente il cartellino del giocatore, che al momento alla borsa del mercato è down. La Fiorentina non vuole privarsi del giocatore, forte della scelta di Pjaca stesso. Nelle ultime ore però qualcosa sta cambiando, il giocatore sta valutando la possibilità di cambiar casacca; la Fiorentina potrebbe assecondare la richiesta del giocatore…

Il centrocampista e lo scambio dei “dodicesimi”

Prosegue la ricerca del centrocampista di qualità da dare a Pioli, l’identikit è quello di un giocatore che già conosce la Serie A, per cui non servirebbero lunghi tempi d’inserimento. Gagliardini è un nome concreto, anche se l’Inter dopo una prima apertura, ha un po’ frenato sull’affare: solo un titolo definitivo o obbligo di riscatto da parte dei Viola troverebbe terreno fertile. Gagliardini, nonostante alcune voci, non chiude all’esperienza viola ma vorrebbe continuare a vestire la maglia nerazzurra. Gli altri nomi rispecchiano l’identikit iniziale: Diawara del Napoli, per il quale si terranno accese fino alla fine le pochissime possibilità e Obiang.

Ieri è stato il giorno dello scambio Dragowski-Terraciano. Entrambi hanno cambiato maglia per un prestito secco di sei mesi. Per il portiere polacco la possibilità concreta di andare a fare alcune partite da titolare, intanto prima di prendere la direzione Empoli ha prolungato fino al 2022 il contratto in viola.