Il Chelsea fa fuori Sarri! Una notizia che sta trovando conferme in amibito del mercato allenatori, Maurizio Sarri con ogni probabilità il prossimo anno non sarà alla guida del club londinese. Una possibilità che sembrava molto possibile un paio di mesi fa, ma che poi pareva ribaltata dai risultati raggiunti dall’ex allenatore del Napoli: Champions raggiunta e finale di Europa League da giocarsi a Baku il prossimo 29 maggio contro i cugini Gunners dell’Arsenal.

Sarri stesso un paio di giorni fa, dopo l’ultima giornata di Premier aveva confidato che voleva restare in Inghilterra, anche se non vi era certezza: «Sarò ancora l’allenatore del Chelsea? Credo di sì ma non sono sicuro. Posso solo dire che il club mi ha chiesto di arrivare in Champions e abbiamo centrato l’obiettivo. Lo sapete bene: amo il calcio inglese, amo la Premier League. E’ fantastico, è al livello top nel mondo, credo. L’atmosfera negli stadi è meravigliosa e vorrei davvero restare.» Tutto sembrava presagire un proseguimento del mister a Londra, ma le ultime voci parlano di un più che certo addio ai blues londinesi.

Dallo Stamford Bridge fanno trapelare che fino alla finale con l’Arsenal sarà tutto congelato. Poi dopo sarà addio comunque, qualunque sia l’esito della finale. I motivi di tale scelta sarebbero riconducibili al carattere e al mancato ambientamento del tecnico, più che ai risultati sportivi. In questo anno Sarri è stato osteggiato da buona parte dei media per questo, e i tifosi del Chelsea si sono fatti in gran parte suggestionare da tale onda mediatica, chiedendo il cambiamento del tecnico. Goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la dichiarazione di Sarri, senza peli sulla lingua, in vista del grande impegno europeo: il mister ha ritenuto inappropriata l’amichevole di oggi contro il New England Revolution nel piano di un’iniziativa di solidarietà. Parole di un allenatore schietto e a volte controcorrente, che Roman Abramovich sembrerebbe non avrebbe gradito, le ultime tra tante dopo una stagione lunga e piena di peripezie.

Adesso, Milan o Roma?

Per il tecnico di Napoli è probabilissimo il ritorno in Serie A: Roma e Milan sembrano avere le fiches migliori da giocarsi. I giallorossi che avevano sondato il mister già in primavera che poi avevano allentato la presa visto che avevano portato avanti il sogno Conte, potrebbero rifarsi sotto in maniera più convincente. Ma non solo Roma, anche il Milan che dovrebbe salutare Gattuso potrebbe essere un approdo interessante per Sarri: già quando era ad Empoli Galliani fu vicino a portarlo al Milan, poi forse il carattere e l’aplomb che poco si addiceva allo stile berlusconiano furono punti a sfavore del tecnico, che ora potrebbe entrare dalla porta pincipale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *