Il Bologna ripensa a Pietro Pellegri, il bimbo record del calcio italiano che fece il suo esordio in A a poco più di 15 anni e a 16 segnò la prima rete nella massima serie, diventando il terzo più giovane in assoluto dopo Amidei (con cui condivide il record per l’esordio) e Rivera. Due totem del calcio italiano.

Saputo aveva fatto un sondaggio per lui, ora al Monaco, già a Gennaio ma un infortunio, uno del tanti problemi fisici per ora del ragazzo in continuo sviluppo tecnico e fisico, aveva bloccato tutto e i dirigenti felsinei si sono fiondati sull’altro giovane Barrow. Ora potrebbe tornare in auge il nome di Pellegri.

L’avventura nel Principato

Pellegri arrivò nel 2018 a Monaco per venti milioni, cifra che permise ai monegaschi di vincere anche la concorrenza anche della Juventus tra le altre. Prima punta, dalle movenze tecniche e graziate. L’avventura come detto è stata difficile per diversi problemi fisici, ma parliamo di un classe 2001 che deve ncessariamente farle esplodere tutte le sue vere potenzialità. Il Bologna ci pensa: un altro talento giovane da affiancare a Orsolini, Skov Olsen, Dominguez, Tomiyasu…