Il Barcellona sprofonda nei debiti è caos | Calcio Style - Notizie e news calcio

Il Barcellona sprofonda nei debiti è caos

//Il Barcellona sprofonda nei debiti è caos

Il Barcellona è nel caos. Eric Abidal, direttore sportivo dei catalani inizia a tremare, perché il suo mercato stenta a decollare. Tanti esuberi, troppi, da piazzare nonostante gli elevati costi del cartellino e le rimanenze a bilancio.

Nomi con cui poter risollevare le casse, ma che non possono essere svenduti, per non creare minusvalenza. E così si cercano gli scambi.

Diverse le idee e anche le proposte, con la Juve in testa nei colloqui e Miralem Pjanic nel mirino. Per il Barcellona è lui il colpo dell’estate, ma…

il Barça non ha fatto i conti con il caos societario e con quei giocatori che ne hanno bloccato il mercato. Su tutti Arthur, nome che la Juve vorrebbe nell’affare Pjanic, ma che sembra deciso a restare in Catalogna. Abidal trema e rischia il posto, mentre il direttore generale Grau e Bartomeu provano a far decollare il mercato.
L’amicizia con Agnelli è la chiave, ma serve uno sforzo per accontentare i bianconeri. 
Quale? Uno potrebbe essere fatto dal tecnico Quique Setien, qualora decidesse di escludere il centrocampista nelle prime due partite di Liga, darebbe ad Arthur un segnale importante
 La dirigenza del Barcellona,sa che sarà molto complicato raggiungere tutti gli obiettivi di mercato e, allo stesso tempo, far quadrare i conti, anche perché la situazione finanziaria del club è tutt’altro che buona.
 Il Barcellona deve racimolare 70 milioni di euro prima del 30 giugno per evitare di aggiungere altri debiti a quelli già accumulati a causa dell’emergenza legata al Coronavirus (154 milioni).
Il club è nel caos e mette anche la Juve di fronte a un bivio: approfittarne o portare Pjanic in altre trattative, il Psg su tutti.