Gonzalo Higuain in questo momento si trova in Argentina. La madre è malata, e vista la contingenza del campionato fermo a causa del Coronavirus, ha approffittato del momento per stare vicino a sua madre. In un’intervista rilasciata a Marca, ha parlato a cuore aperto di alcune situazioni del passato, senza tralasciare anche una stoccata per la Juventus.

Higuain: “Il calcio è meno importante fi mia madre”

Questa dichiarazione del Pipita è stata fatta a proposito del suo rapporto con il calcio. Gonzalo ha raccontato di essere stato ad un passo dal voler abbandonare il pallone. Era l’estate del 2014, e dopo la finale di Coppa del Mondo persa contro la Germania, Higuain espresse il desiderio di abbandonare il calcio. Proprio rio la madre lo fece desistere dal prendere una decisione simile. Circa De Laurentiis ha detto: ‘Siamo arrivati alle scontro. Non volevo stare più un secondo con lui. Ho pianto quando sono andato via da Napoli, amo la città e la gente”.

“La Juve mi ha scaricato”

Circa la Juve ha detto di aver sempre dato il massimo, mettendo a segno anche tanti gol, alcuni dei quali anche molto di importanti. Poi è arrivato Cristiano Ronaldo. “La società mi ha chiamato e mi ha detto che per me non c’era più posto, che mi avrebbe cercato una soluzione importante. Insomma mi ha preso a calci nel sedere“. Ha poi aggiunto: “Sono andato al Milan e poi al Chelsea, ma ero nervoso”. Adesso si attende che il calcio riparta, anche se per Gonzalo si prospetta un’altra estate di passione.