Sarà un estate movimentata per la Fiorentina, ormai non ci sono più dubbi a tal proposito. Intanto, i viola dovranno chiudere il discorso salvezza in campionato e successivamente pianificare il futuro con tutta la calma del mondo.

Montella vorrà sicuramente cambiare molto questa squadra e perciò avere uomini più funzionali al suo tipo di gioco, ovvero scambi veloci e palla a terra. Oltre a nuovi probabili acquisti, però, l’allenatore campano dovrà vedersela con la numerosa lista di giocatori che rientreranno dai rispettivi prestiti, tanto che se ne contano 30 circa, per poi valutare quale tra questi può essere adatto ai suoi schemi.

Un lavoro lungo, dunque, anche se quest’ultimo sembra avere le idee chiare già su alcuni calciatori.

I più importanti

Tra tutti, ci sarà Castrovilli, il quale ha già stregato il club di viale Manfredo Fanti ed è pronto per il salto di qualità in Serie A. Seguono Dragowski, Traorè e Rasmussen, tutti in prestito all’Empoli e autori di ottime prestazioni – un po meno l’ultimo – soprattutto in questo finale di stagione. Zurkowski sarà – almeno nelle ipotesi – il nuovo perno del centrocampo da cui ripartire e su cui puntare per i prossimi anni.

Tre, invece, quelli più attesi, sia per un motivo che per un altro. Saponara, dopo le stagioni altalenanti sia a Firenze che a Genova sponda Samp, sembra essere stato invocato dai tifosi, i quali – come non dare loro torto – si sentono presi in giro a vedere giocare Gerson ogni singola partita e per questo sarebbero disposti, anche dopo quanto successo con la vicenda Astori, a dare un’altra possibilità al fantasista emiliano. Gli atri due, invece, sono Venuti e Sottil: entrambi, infatti, provengono dal settore giovanile e provare ad integrarli in questa rosa sarebbe un segno importante per far vedere che la proprietà con i giovani ci sa fare.

Ci sono poi Thereau, Eysseric, Cristoforo, Maxi Olivera e Zekhnini, i quali difficilmente verranno valutati ma, al contrario, potrebbero essere già messi sul mercato in attesa di nuove destinazioni.

Prestiti più lunghi

Ci sono anche chi, come Diks e Gilberto, non rientreranno alla base, poiché i loro prestiti dureranno più di un solo anno. Infatti, per il primo si prospetta un’intera stagione ai cugini dell’Empoli, visto il prestito fissato a gennaio per un anno e mezzo. Il terzino olandese, a partire dalla prossima stagione, che sia Serie A o B, probabilmente diventerà il titolare, vista la partenza di Di Lorenzo, ragione per cui sarà molto importante che accumuli minuti nelle gambe. Il secondo, invece, è solo alla ricerca di un acquirente definitivo, anche se è stato trovato l’accordo per una stagione con il Fluminense.

Gli ultimi giovani

E’ il turno di GoriCerofolini Trovato  i quali andranno via nuovamente, in cerca di squadre che possano garantire loro più minutaggio possibile, cosa che ancora non hanno trovato. Infine, Baez, Ranieri, Caso, Zanon e Petko non hanno per niente sfigurato anche se non vengono considerati ancora maturi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *