Bomba dalla Spagna. Il giornalista della radio spagnola Cadena COPE, Juan Gato, ha riportato una dichiarazione del bomber fatta ai suoi compagni dell’Atletico dopo l’eliminazione in Champions:”Il mio futuro sarà a Milano”. C’è adesso da capire dove: nell’Inter dell’odiato Conte o in quel Milan alle prese ora col rinnovo di Ibra?

La situazione e i dettagli della trattativa

Diego Costa, brasiliano naturalizzato spagnolo, classe ’88, ritiene conclusa la sua seconda esperienza all’Atletico Madrid. Legato ai Colchoneros da un contratto fino al 2021, potrebbe ottenere la rescissione dal club a cui è tanto legato e strappare un ultimo contratto in Europa. La società che ne cura gli interessi, la Gestifute, è stata a Casa Milan nello scorso mese di luglio e se le indiscrezioni spagnole trovassero riscontri si potrebbe pensare che l’oggetto delle discussioni sia stato proprio Diego Costa. Maldini, che è alle prese con la trattativa Ibra (differenza tra domanda e offerta colmabile), ha sempre chiarito che dal suo punto di vista serve gente di temperamento e personalità oltre che dotata tecnicamente. Diego Costa, nonostante l’ultima stagione incolore, rientra in questa categoria e la possibilità di ingaggiarlo a zero euro di cartellino ingolosisce il DT rossonero. Alternativa ad Ibra o piano B in caso di mancato accordo con lo svedese? Lo sapremo nei prossimi giorni ma la pista è sicuramente da monitorare.

Quei dissapori con Conte…

Milano per forza di cose richiama alla mente anche l’Inter di Antonio Conte. Ancora impegnata in Europa League (stasera la semifinale in gara secca col Donetsk) e quindi al momento poco concentrata sulle future piste di mercato, l’accostamento allo spagnolo stonerebbe con la permanenza del salentino in panchina. Vero è che le caratteristiche del centravanti dell’Atletico sarebbero perfette per alternarsi a Lukaku, altrettanto vero però che i rapporti col tecnico ex Juventus sono ai minimi storici. Come non ricordare la diatriba ai tempi del Chelsea quando Conte scaricò Costa con un semplice SMS? Difficile credere a una riconciliazione fra i due, ancora più difficile credere ad un addio di Conte, soprattutto con l’eventuale vittoria dell’Europa League. L’arrivo dell’attaccante comunque rimpolperebbe nel migliore dei modi un reparto già molto competitivo con la conferma di Sanchez in accoppiata al duo Lukaku-Lautaro. Dal 24 agosto le pedine cominceranno a muoversi. Non ci resta che aspettare questa lunga settimana.