La nuova Roma di Mourinho corre spedita verso la nuova stagione. Le prime uscite estive hanno messo in evidenza un gruppo solido e unito come non si vedeva da tempo a Trigoria. I calciatori appaiono ammaliati dai canti ispiratori, seppur alle volte minatori, del portoghese e pronti al sacrificio, quella componente fondamentale che probabilmente è mancata nelle ultime stagioni. Anche sul mercato l’altro lusitano, Tiago Pinto, sta facendo il possibile: ha garantito allo Special One già tre nuovi acquisti, Rui Patricio, Vina e Shomurodov, e alleggerito la rosa con le cessioni di Pau Lopez, Under e Kluivert, ma, si sa, alle volte il possibile non basta. Una trattativa che da possibile, appunto, rischia di tramutarsi in impossibile riguarda il tanto agognato centrocampista svizzero Granit Xhaka.

Il braccio di ferro tra la Roma, forte della volontà del calciatore e non intenzionata ad incrementare l’offerta già recapitata pari a 15 milioni più bonus, e l’Arsenal, che non sembra propenso a scendere dai 20 milioni richiesti, continua a perdurare, tant’è che i Gunners, stanchi e adirati dalle tempistiche dell’affare, starebbero pensando di proporre allo svizzero un rinnovo di contratto.

I giallorossi, dal canto loro, non si faranno trovare impreparati e sembrano già avere in mente il profilo adatto per sostituire l’ex Gladbach: Thomas Delaney.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>> Calciomercato Roma, piace El Ghazi

L’alternativa

Roma

La Roma deve tutelarsi. L’infinito stallo della trattativa riguardante Xhaka ha spinto l’Arsenal a pensare di proporre al calciatore un rinnovo contrattuale che, se accettato, porrebbe la parola fine sulla questione. Tiago Pinto, dunque, per non perdere ulteriore tempo e regalare al proprio allenatore un centrocampista avrebbe già fiutato un’altra pista che porta dritti in Germania, più precisamente a Dortmund.

Thomas Delaney, centrocampista del Borussia Dortmund, sembra, ad oggi, rappresentare la più concreta alternativa a Xhaka e dopo tre stagioni con i gialloneri ed un europeo da protagonista con la Danimarca, all’età di 30 anni potrebbe approdare in Serie A.

Il costo dell’operazione dovrebbe essere leggermente più accessibile aggirandosi intorno ai 15 milioni, gli stessi che non sono bastati ai capitolini per assicurarsi l’attuale capitano della Svizzera.