Calciomercato Napoli, Gattuso De Laurentiis

La vittoria contro la Juventus sembrava un segnale di rinascita per la squadra di Gattuso, ma il Napoli non sembra rialzarsi e i tifosi invocano a gran voce un cambio di panchina, riconoscendo nell’allenatore calabrese il vero responsabile di questo periodo disastroso.

Il Napoli nel giro di 10 giorni è uscito dalla Coppa Italia, ha perso la gara d’andata dei sedicesimi di finale di Europa League e ha perso un importante scontro diretto per la Champions League. Se, giovedì al Diego Armando Maradona, i partenopei non dovessero riuscire a ribaltare il 2-0 dell’andata, resterebbe solo l’obiettivo quarto posto e una qualificazione in Champions League per evitare il fallimento totale della stagione di Gattuso.

Ormai è passato circa un mese da quando i tifosi hanno cominciato a puntare il dito contro Gattuso, galeotta fu la sconfitta contro l’Hellas Verona e questo clima burrascoso non ha fatto bene alla squadra che da quel momento non ha invertito la rotta ma ha continuato a sprofondare, con la sola vittoria della Juventus come sottile spiraglio di luce. De Laurentiis sembra non essere d’accordo coi tifosi, nonostante il loro rapporto si fosse inclinato dopo Napoli-Parma e le dichiarazioni dell’allenatore ex Milan, infatti la panchina sembra non essere a rischio, forse anche per la politica adottata nei 17 anni di presidenza in cui esonerò l’allenatore in corsa solo 4 volte. Intanto il silenzio stampa indetto ieri dal patron azzurro, la dice lunga sullo stato d’animo della società e del gruppo squadra.

Calciomercato Napoli, Gattuso via a fine stagione

Se per adesso la panchina del Napoli non sembra scricchiolare, è quasi certo l’ingaggio di un nuovo allenatore a fine stagione, non solo per i risultati che sta ottenendo Gattuso, ma anche perché ha il contratto in scadenza ed esonerarlo, visti anche i rapporti, non significherebbe pagare gli stipendi di due mister. Tra i nomi più accreditati ci sono quelli di Juric e De Zerbi, allenatori che in una realtà di una medio piccola stanno facendo molto bene, chissà se saranno all’altezza del salto di qualità.