Milan, la società al lavoro per rendere più sicura la porta in vista del mercato estivo, andiamo a vedere quali saranno le prossime mosse.

L’infortunio occorso a Mike Maignan, la porta affidata a Ciprian Tatarusanu (con il terzo portiere Alessandro Plizzari anche lui in infermeria e sostituito dalla giovane promessa della “Primavera”, Andreas Jungdal) e il veloce ingaggio a stagione in corso dell’esperto Antonio Mirante, hanno convinto la dirigenza rossonera ad attuare un profondo rinnovo della rosa dei portieri in vista della stagione 2022/2023.

Considerazione giusta, per una squadra che partecipa per competere ai massimi livelli in ogni competizione, dove ormai il secondo portiere deve essere al livello del primo. E anche il terzo ormai deve offrire adeguate garanzie. Andiamo a vedere la situazione contrattuale degli attuali portieri e la scadenza dei loro contratti: Maignan ha un contratto fino al 30/06/2026, il vice Tatarusanu e il terzo Plizzari fino al 30/06/2023, mentre il nuovo arrivato Mirante fino al 30/06/2022.

Il portiere francese che con le sue grandi qualità ha blindato la porta rossonera è in cassaforte per anni, diversa la situazione degli altri. La società ritiene che Tatarusanu e Plizzari non offrano adeguate garanzie, nonostante il contratto in scadenza fra due anni, potrebbero essere messi sul mercato e lasciare Milanello al termine dell’attuale stagione agonistica.

Soprattutto il giovane Plizzari, insoddisfatto della propria posizione di terzo portiere e che potrebbe entrare in qualche trattativa per uno scambio fra portieri: in questo senso è noto l’interesse della Sampdoria che libererebbe Audero in direzione Milano. Mentre per l’ex portiere della nazionale rumena, si prospetta un ruolo da terzo portiere, sul quale dovrà riflettere: se non accetterà, potrebbe essere prolungato di un anno il contratto di Mirante, il quale accetterebbe di buon grado anche di fare il terzo, Come si vede, lavori in corso.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Milan-Torino: le probabili formazioni e dove vederla

Milan, le manovre in corso, le piste e la voglia di affidarsi alla scuola italiana

Lo staff dirigenziale è al lavoro su varie piste, segue profili diversi e valuta attentamente l’idea della pista italiana, per i due portieri da mettere alle spalle di Maignan. Come segnalato prima è in cantiere un possibile scambio fra Plizzari e Audero, pista molto battuta e che trova i favori di entrambe le società e soprattutto di entrambi i portieri. Il milanista sogna un posto da titolare. il doriano di entrare a fare parte di un grande club.

Un altro portiere italiano e giovane, su cui Maldini e Massara hanno puntato gli occhi da un paio di anni è Carnesecchi, titolare della nazionale under 21 e della Cremonese in serie B, di proprietà dell’Atalanta. I nerazzurri hanno la porta coperta con Musso e valutano la possibilità di cederlo al miglior offerente e conosce l’interesse rossonero. Alcune voci portano a Perin, portiere della Juventus con il contratto in scadenza e attratto dall’ipotesi Milan.

Dove gli verrebbe proposto un contratto quadriennale sui 2.5 a stagione a salire. Piace e non poco il laziale Strakosha, anche lui con il contratto in scadenza a giugno, ma avrebbe fatto sapere di cercare un ruolo da titolare.

Altra pista percorribile

Un’altra pista porta ad Andrea Consigli del Sassuolo, ritenuto un secondo portiere molto valido e a costi contenuti di cartellino e ingaggio, i neroverdi non farebbero particolare resistenza. Si attenziona anche la posizione di Cragno, il quale dopo anni di onorato servizio al Cagliari, ambisce al grande salto. Infine, un nome che farebbe saltare il banco e affiancherebbe a Maignan un altro portiere di pari valore: Meret del Napoli.

Agente e atleta non sono soddisfatti degli anni napoletani, dove l’alternanza con il nazionale colombiano Ospina è stata visssuta molto male, perchè le promesse e gli accordi erano altri. Nel Milan avrebbe davanti Maignan vero, ma anche la possibilità di avere un contratto lungo e di fare parte di un progetto a lunga gittata, nella quale giocarsi le sue chance.