Mino Raiola, da alleato a nemico nel giro di pochi anni. Il passo è stato breve, ma adesso i rossoneri devono stare molto attenti alle mosse del procuratore. Andiamo a vedere nel dettaglio cosa sta succedendo in questa pazza sessione di mercato.

Mino Raiola, un nemico per il Milan, il guanto di sfida è stato lanciato. Non pago dell’addio di Gianluigi Donnarumma, l’agente italo olandese qualche giorno fa ci ha provato per Zlatan Ibrahimovic. Eh sì, la notizia ha infatti dell’incredibile, a maggior ragione che – stando alle parole di Franco Ordine – lo svedese era completamente all’oscuro di tutto. Come scritto dal Parisien, testata assolutamente affidabile, Ibrahimovic è stato proposto al Paris Saint Germain alcuni giorni fa proprio da Raiola. La risposta di Leonardo è stata negativa, ma immaginiamoci cosa sarebbe accaduto se il cub francese avesse aperto le porte al trasferimento.

Ed ancora, sappiamo quanto Ibrahimovic faccia reparto da solo in campo, ma anche fuori. Il classe 1981 infatti si sarebbe presentato in solitaria in Via Aldo Rossi per il rinnovo con il Milan senza nemmeno coinvolgere l’agente, segno che qualcosa tra i due si è rotto, ma soprattutto segno che Raiola non voleva incontrare la dirigenza rossonera. Le intenzioni di Raiola sono infatti, con netta evidenza, quelle di impoverire il Milan privandolo dei suoi pezzi pregiati.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Paul Singer, avanti verso nuove sfide: come si evolve il Milan di Elliott

Il rinnovo di Romagnoli

E adesso toccherà ad Alessio Romagnoli decidere al meglio il proprio futuro. Come sappiamo, il centrale di Anzio è rappresentato proprio da Raiola ed ha un contratto in scadenza al 30giugno del 2022. L’agente in più di un’occasione si è rifiutato di trattare il rinnovo alle condizioni peggiorative proposte dalla dirigenza rossonera ed il suo desiderio è arrivare a fine anno senza avere deciso nulla, ergo con la possibilità di mandare ovunque il suo assistito a parametro zero.

Il Milan ovviamente si starebbe opponendo spingendo per il rinnovo o la cessione immediata, si sarebbe anche parlato di uno scambio alla pari con Bernardeschi, altro uomo della scuderia raiolana. Non sappiamo ancora come andrà a finire con Romagnoli le cui intenzioni sono di rimanere a Milano, fatto sta che avere Raiola contro è sicuramente una spina nel fianco, ne vedremo probabilmente ancora delle belle da qui a fine agosto, ma non solo.