La qualificazione alla Champions, ora decisamente più alla portata, porterà un attaccante di livello, la dirigenza rossonera sarebbe ormai da diverse settimane al lavoro per tentare di avere più porte aperte possibili per poi provare a dare l’accelerata finale, proprio come quella che sembra ormai essere prossima con il Torino.

Milan, il colpo in attacco arriverà una volta conseguita la matematica qualificazione in Champions League, Paolo Maldini vuole regalare alla squadra un rinforzo di livello che possa sopperire alle ormai inevitabili mancanze di Zlatan Ibrahimovic garantendo presenze in campo, esperienza ed un buon quantitativo di reti.

Come detto, la prima scelta è Dusan Vlahovic della Fiorentina, ma il club di Via Aldo Rossi non si fossilizzerà solamente su un solo giocatore, abbiamo infatti visto lo scorso anno per Nikola Milenkovic come sia complesso trattare con Rocco Commisso il quale ha stabilito il prezzo dell’attaccante classe 2000 in 60 milioni di euro. Il Milan proverà ad abbassare la cifra con un’offerta sul piatto intorno ai 40-45 milioni, ma se non troverà un rapido riscontro da parte della dirigenza viola passerà oltre ed il nome caldo, ormai da tempo, è quello di Andrea Belotti del Torino.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Milan, Commisso spara alto: la richiesta per Vlahovic

La situazione

Come detto, Maldini non aspetterà Commisso per troppo tempo, avremmo infatti già rilevato una brusca accelerata per Andrea Belotti il quale – a differenza di certe dichiarazioni di circostanza – in rossonero ci verrebbe al volo, essendo egli anche tifoso milanista dalla nascita.

Arrivare sull’attaccante granata sarà sicuramente più semplice e decisamente meno oneroso, il contratto di Belotti scadrà al 30 giugno del 2022 ed Urbano Cairo è perfettamente consapevole che non potrà chiedere cifre troppo elevate. Maldini avrebbe già imbastito una mezza trattativa mettendo sul piatto una cifra intorno ai 20 milioni più eventuali bonus, il presidente del Torino qualche settimana fa dichiarò di essere disponibile a valutare la situazione della punta centrale a cifre non inferiori ai 35 milioni di euro.

Le parti sono comunque abbastanza vicine, l’idea è che una soluzione si troverà e che Belotti possa realmente essere uno dei primissimi obiettivi per l’attacco della prossima stagione per grinta, determinazione ed attaccamento alla maglia, cose peraltro mai fatte mancare con la maglia granata e – siamo certi – garantirebbe anche con quella rossonera.