Eliminato seppur temporaneamente il caos legato ai tamponi e alle eventuali conseguenze legali, Lotito dovrà concentrarsi sui rinnovi e sulle cessioni, sempre più all’ordine del giorno.

Il rinnovo di Inzaghi non è ancora un miraggio, appare possibile trattenere l’allenatore biancoceleste, ma a delle condizioni precise e delineate, che non possono essere però più tradite. Simone non desidera andare via da Roma, ma le pretendenti non mancano, e le ambizioni per guidare ambienti più blasonati certamente non mancano, pertanto il presidente laziale sarà costretto non solo ad adeguarsi alle cifre richieste di Inzaghi, ma anche ai desideri di calciomercato che lo stesso esprimerà nelle sedi opportune. Discorso completamente diverso invece per Pereira, che a meno di clamorosi ribaltoni di qualità espressi sul campo, verrà rispedito al mittente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Lazio, una big italiana su Andreas Pereira

Calciomercato Lazio, fra rinnovi e cessioni: la situazione

Inzaghi non è un impresa impossibile, la permanenza dello stesso quindi non è ancora del tutto sfumata, nonostante i tanti errori commessi in sede di calciomercato. Ciò che appare assolutamente improbabile è il riscatto, peraltro piuttosto esoso, di Andreas Pereira. Il centrocampista brasiliano tornerà presumibilmente alla casa base, anche se ci sono diverse squadre interessate all’acquisizione dello stesso, che fino ad ora con la maglia della Lazio, ha ampiamente deluso. Il discorso delle cessioni si allargherà molto probabilmente sia a Musacchio, che ha mostrato una condizione fisica non sufficiente, che a Hoedt, un lontano ricordo del primo Hoedt biancoceleste.