Il Bologna di mister Mihajlovic si sta rivelando una delle compagini più attive sul fronte mercato col fine unico di rinnovare il proprio look dopo annate opache. Non è un segreto che la prerogativa di massima rossoblu per questa sessione sia la linea verde, strategia certificata dalla cessione di Poli e dalla decisione di non rinnovare Danilo e Palacio, elementi facenti parte della storica vecchia guardia felsinea. Per sopperire all’improvvisa lacuna d’esperienza formatasi, Walter Sabatini, insieme alla totalità della dirigenza, ha deciso di dare spazio alla fame di vittorie e alla volontà di ascesa che albergano all’interno delle nuove leve del calcio europeo.

In seguito agli acquisti di Van Hooijdonk, punta centrale olandese classe 2000, e Bonifazi, che vanno a sommarsi al riscatto di Barrow dall’Atalanta, il Bologna sembra aver chiuso anche per Arthur Theate, difensore centrale belga anche lui del 2000.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>>> Calciomercato Bologna, per Tomiyasu aria di asta: grossa plusvalenza

I dettagli

Bologna

Arthur Theate sembrerebbe essere il nuovo nome per la difesa del Bologna. Richiesto espressamente da Mihajlovic per la sua duttilità, può ricoprire anche il ruolo di terzino sinistro, il giovane belga ha vissuto l’ultima stagione con la maglia dell‘Oostende impreziosita da 37 presenze e 5 gol e gode di un ulteriore ottimo biglietto da visita: la scuola Genk, una delle migliori in tutto il Belgio, in grado di sfornare grandissimi talenti, uno su tutti quello di De Bruyne.

La cifra totale dell’affare si aggirerebbe intorno ai 9 milioni totali, di cui gran parte, 6,5 milioni costituiscono la parte fissa, mentre la restante componente variabile di 2,5 milioni verrà gestita in base al numero di presenze accumulate con i rossoblu ed alle possibili convocazioni in nazionale.