Calciomercato Atalanta: il prossimo mercato si annuncia come uno dei più vivaci di sempre per i bergamaschi. Tanti i nomi che si son messi in mostra ed ora sono ambiti dalle big, ma anche alcune delusioni. Una su tutte è un difensore giunto a Bergamo in prestito con diritto di riscatto, che difficilmente verrà attivato.

Sto parlando di Mattia Caldara. Il centrale difensivo aveva fatto ritorno alla Dea nel Gennaio 2020, in prestito biennale dal Milan, accordo che prevedeva anche il diritto di riscatto. Nella stagione attuale, causa l’ennesimo brutto infortunio che ha penalizzato il classe 1994, i minuti in campo sono solo 87. Nemmeno una partita intera. Dal suo ritorno a casa, nella squadra che lo aveva lanciato, la sfortuna ha continuato ad inseguire il ragazzo di Bergamo, vista la situazione Covid e poi i guai fisici. Attualmente, come riporta Tuttomercatoweb.com, il quadro fa pensare a tutto tranne che ad un riscatto, fissato a 15 milioni.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE QUESTO ARTICOLO >>> Calciomercato Atalanta, rivoluzione in arrivo: il Milan punta un centrocampista della Nazionale

Calciomercato Atalanta, Caldara pronto a partire: difficile il colpo di scena

L’Atalanta probabilmente lascerà partire Mattia Caldara. Il giocatore non è riuscito a imporsi nuovamente nella squadra che lo aveva lanciato per una serie di motivi, tra cui anche la formidabile forma dei titolari di Gasperini. In questo momento, rinunciare a Romero, Djimsiti e Toloi sarebbe una follia, visto il loro rendimento. Probabilmente, rientrato al Milan, il ragazzo discuterà del suo futuro con la dirigenza meneghina. Parlo come se il destino fosse già segnato, visto che un colpo di scena sembra davvero difficile, anche se non impossibile.